Fico: “Per costruire una cittadinanza digitale serve un lavoro educativo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:49

L'uso di Internet è tra i temi prioritari di questo Parlamento”. Lo evidenzia il presidente della Camera Roberto Fico all'Internet Day a Montecitorio nella Sala della Regina della Camera dei Deputati. “La Rete – prosegue Fico – è uno straordinario spazio di condivisione e conoscenza. Occorre che tutti siano consapevoli delle possibilità offerte da questa libertà. Sono convinto – conclude – che per costruire una cittadinanza digitale serva un lavoro educativo e culturale trasversale a istituzioni e media. Con ragionamenti maturi e condivisi, capaci di guardare al futuro”.

Internet Day

I temi dell'edizione 2018 di Internet Day, voluta da Agi dinanzi ai principali esponenti del nuovo Governo, delle aziende e delle istituzioni coinvolte nella trasformazione digitale, sono lavoro e ripresa economica, innovazione e sharing economy, informazione e disinformazione, privacy e cybersecurity, rete e intelligenza artificiale, scuola e Pubblica Amministrazione. Ospiti: Luigi Di Maio, Roberto Fico e Giulia Bongiorno.

Istat

Proprio oggi l'IStat ha pubblicato i risultati sull'uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) nelle imprese con almeno 10 addetti attive nell’industria e nei servizi non finanziari.

La rilevazione fa parte delle statistiche comunitarie e fornisce i dati sull’uso di specifiche tecnologie: attività svolte dall’impresa su Internet (sito web, cloud computing, social media), tipologie di connessione utilizzate (banda larga fissa e mobile), strumenti informatici adottati per gestire l’attività interna (ad esempio utilizzo di software ERP, CRM) o i rapporti con i referenti della filiera produttiva (clienti, fornitori, altre  imprese), dati sul commercio elettronico, utilizzo di competenze specialistiche in ICT, fatturazione elettronica.

Cresce intanto il numero di italiani che accede a internet solo alltraverso lo smartphone: è il 69 per cento. Il dato emerge dal rapporto Internet@Italia2018, realizzato dall’Istat e dalla Fondazione Ugo Bordoni (Fub), sulla diffusione di Internet e sui divari digitali presenti nel nostro Paese. “Il consumo multipiattaforma è ancora la norma, ma il segmento delle persone che usano esclusivamente lo smartphone per connettersi alla Rete (“mobile only) è in aumento”, si legge nel report. “Gli utenti multipiattaforma (quelli che accedono a Internet via desktop e mobile in un mese) costituiscono ancora la maggioranza ma la percentuale di utenti “soltanto mobili” è cresciuta nella maggior parte dei Paesi nel corso del 2017, superando il 30 per cento in quasi la metà di quelli considerati”, conclude Istat.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.