E’ ITALIANO IL NUOVO PRESIDENTE DELLA CORTE DI STRASBURGO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:24

Il giudice italiano Guido Raimondi è il nuovo presidente della Corte europea dei diritti umani. Lo ha annunciato la stessa Cedu. Raimondi, già vice presidente del giudice di Strasburgo, assumerà il nuovo incarico il primo novembre. Il giudice italiano succede al lussemburghese Dean Spielmann. Guido Raimondi è il secondo italiano, dopo Giorgio Balladore Pallieri (1974 – 1980), a ricoprire l’incarico di presidente della Corte di Strasburgo. E’ nato a Napoli il 22 ottobre 1953, ed è nella città partenopea che si è laureato in legge nel 1975. Tra gli incarichi ricoperti quello di Avvocato generale presso la Corte di Cassazione, di cui è poi stato anche membro. Prima di essere eletto giudice della Corte di Strasburgo nel 2010, Raimondi lavorava come consulente legale all’Ilo

“A Guido Raimondi, nuovo presidente della Corte Europea dei Diritti Umani, formulo le più sentite congratulazioni per il prestigioso incarico appena conferitogli e gli auguri di buon lavoro – ha scritto il ministro della Giustizia Andrea orlando -. Sono sicuro che la sua autorevolezza morale e le sue competenze giuridiche gli consentiranno di interpretare nella maniera migliore il suo delicato compito. La sua nomina alla presidenza della Cedu rappresenta per l’Italia un motivo d’orgoglio nella consapevolezza che eserciterà il suo ruolo con assoluta dedizione e imparzialità”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.