Due miliardi per Versace, il brand passa a Kors

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

La casa Versace è in vendita: stasera, domani al più tardi, arriverà l'annuncio ufficiale dell'accordo raggiunto per la cessione dell'azienda che, a oggi, è per l'80% in possesso della famiglia di stilisti (nella persona giuridica della holding Givi), mentre per il restante 20% è gestita dal fondo Blackstone (che acquisì la quota nel 2014). Una trattativa che, in realtà, si starebbe già concludendo in queste ore anche se, stando a quanto filtrato finora, non vi era ancora l'identikit definitivo dell'acquirente. Presto detto: tra i nomi all'orizzonte c'erano il brand di gioielli Tiffany & Co. e soprattutto la società del designer Michael Kors (che solo nel 2016 era stato protagonista dell'acquisto dell'importante marchio di scarpe Jimmy Choo), alla quale andrà al 99% la proprietà della maison italiana. In giornata, si era definitivamente defilata la posizione della Kering. Quel che era già apparso certo è che l'azienda sarebbe finita in mani americane, ed è comunque molto probabile che Donatella Versace farà ancora parte dell'organigramma societario.

Le stime

Per quanto riguarda i numeri, l'operazione di vendita si aggirerebbe attorno ai due miliardi di dollari, a fronte di un fatturato che, al 2017, era stato stimato sui 668 milioni di euro. Insomma, nella giornata di chiusura della Settimana della Moda, a tenere banco non sono tanto i nuovi modelli quanto l'incognita che riguarderà la nuova maggioranza societaria di uno dei più importanti brand italiani nel campo della moda, sensibilmente risalito nell'ultimo anno dopo un periodo di appannamento: al 2017, infatti, il bilancio ha registrato un utile netto di 15 milioni (quasi raddoppiati rispetto ai 7,4 milioni del 2016). Anche per questo, l'asset complessivo è stato valutato in una cifra superiore al miliardo di dollari, addirittura vicina ai due.

Michael Kors favorito?

Defilato per questo il gruppo francese Kering, il quale non avrebbe avuto intenzione di superare il miliardo per l'acquisizione, mentre risultavano già decisamente più basse le quotazioni di Michael Kors, dato per favorito da un po' tutte le previsioni. Per ora però, in attesa del comunicato, quello che è certo è che il marchio Versace è in procinto di passare il testimone per tentare il rilancio definitivo. Nel frattempo, il titolo Michale Kors perde il 7,4% in Borsa a New York dopo la pubblicazione delle indiscrezioni sull’acquisto di Versace.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.