Di Maio:” Incentivi per favorire anche gli over 35″

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:58

Il decreto Dignità mira ad abbassare il precariato per i giovani perché se vuoi farti una famiglia hai il diritto ad un contratto prima o poi. Dopo 24 mesi il tuo datore di lavoro deve decidere”. E' quanto ha affermato il ministro dello sviluppo economico e del lavoro, Luigi Di Maio, intervistato su Rtl 102.5. Inoltre, il vicepremier, ha annunciato che a fine anno verranno aumentati “gli incentivi per tutti i contratto a tempo indeterminato anche sopra i 35 anni. Le persone valide non possono restare precari a vita“. 

“Basta immolare i nostri giovani”

Il ministro del lavoto ha spiegato che “verificheremo nei prossimi mesi: chi dice che a settembre non può rinnovare un contratto sta usando in modo strumentale il dl dignità. Fino a novembre non succede niente. Chi vuole rinnovare un contratto lo può fare fino a novembre”. In ogni caso, ha sottolineato Di Maio, la norma “non è per piccole e medie imprese: il tema vero sono le grandi multinazionali che dicono o ci fai sfrruttare i giovani o andiamo d un'altra parte. E' finita l'epoca dei ricatti. Ora abbasseremo il costo del lavoro per il tempo indeterminato e poi faremo investimenti. Basta immolare i nostri giovani”. 

Inoltre, sulle perplessità espresse dalle imprese sui rinnovi dei contratti a termine, Di Maio ha affermato di aver visto il “mondo dell'impresa spaventato perché su alcuni giornali si leggevano proiezioni non vere. Ogni volta che ci siamo incontrati mi hanno detto che non credevano dossero questi gli effetti. Il decreto mira ad abbassare il precariato dei giovani”. 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.