Cuperlo: “Scissione nel Pd? Non voglio nemmeno sentirla evocare…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:24

[cml_media_alt id='7892']cuperlo[/cml_media_alt]Il leader di Sinistradem, Gianni Cuperlo, crede fermamente che il Partito democratico non subirà una scissione. Al Gr1 ha infatti annunciato: “Non voglio nemmeno sentire evocare quel termine, nel Pd ci siamo, è il nostro partito, la nostra casa, l’abbiamo voluta con tutta la passione possibile”. Manca infatti pochissimo alla Direzione sul Jobs Act e dopo di essa, “i gruppi discuteranno in Parlamento e assumeranno le loro posizioni come è giusto che sia”.

Renzi intanto insiste che l’articolo 18 non può restare e a riguardo afferma: “Non basta dire che si confermerà il diritto di reintegra per i licenziamenti discriminatori”. Il premier paragona la sinistra Pd al museo delle cere e Cuperlo replica così: “ Il presidente del consiglio non ha risposto a una semplice domanda: perché per estendere i diritti a chi non li ha bisogna togliere alcuni diritti a chi li ha?”.
Renzi dice che la riforma del lavoro “non passa solo dalla riforma dell’articolo 18, ma anche attraverso la cancellazione della legge Fornero, la cancellazione degli studi di settore e dalla scelta coraggiosa di fare quello che fanno altri 40 paesi al mondo ovvero dimezzare le tasse con un’aliquota fiscale unica del 20 per cento uguale per tutti”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.