Cesa, Udc: “Uscire dall’euro è un’idea folle” e convoca la direzione nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:02

“Salvini vuole portarci fuori dall’euro, un’idea folle – ha detto il segretario nazionale dell’Ucd, Lorenzo Cesa, commentando la nascita dei nuovi gruppi unitari in Parlamento tra Udc, Ncd, ex di Scelta Civica – Il Paese ha bisogno di stabilità e riforme; anche gli scossoni che vengono dalle lotte interne al Pd fanno male perché minano la nostra credibilità all’estero. Noi abbiamo numeri ora per arginare tutto questo e garantire stabilità e buon senso, nell’azione del governo, nell’elezione del Capo dello Stato quando sarà il momento e in tutti i passaggi fondamentali che ci attendono nei prossimi mesi”.

“Il nostro spazio di riferimento è tra Renzi e Salvini”, ha spiegato Cesa, che ha convocato per lunedì prossimo la Direzione nazionale del suo partito per discutere i prossimi passi: “Ci sono 11 milioni di italiani che non votano a sinistra e hanno smesso di andare alle urne perché non si sentono rappresentati. E’ a loro che guardiamo”. “La crisi della politica è pesantissima – ha concluso – ma se vincesse l’antipolitica sarebbe la fine per tutti”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.