Centrodestra, Alfano: “Sì alle primarie, ma nessun accordo con Salvini”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

“Sono convinto che il modello francese, con le primarie, avrebbe successo anche in Italia” ma nel nostro Paese Italia non si è ancora capito il carattere estremista di Salvini e Meloni e io non sono disponibile a fare accordi con Salvini che ogni giorno attacca il Santo Padre, il presidente della Repubblica, che vuole uscire dall’euro. Non credo si possa costruire un centrodestra moderato”. Alfano, durante il Forum dell’Ansa, chiude a Lega e Fratelli d’Italia.

Il tutto alla vigilia del referendum costituzionale, un appuntamento decisivo per il governo. Il ministro ha assicurato che durante il voto non ci saranno irregolarità. “Siamo un grande Paese – ha detto e come tutti i grandi Paesi garantiamo la regolarità del voto e allo stesso tempo sappiamo che dopo il voto spesso si sono verificate polemiche”. Il Viminale, ha spiegato, è al lavoro perché tutto vada per il verso giusto. “Sul voto all’estero le competenze non sono esattamente quelle mie ma mi sorprende che, nonostante si sia votato parecchie volte all’estero con queste procedure, ci siano polemiche all’estero“.

Dopo l’allarme dell’Europol sul rischio di attacchi in Europa, Alfano ha invitato alla calma. “Sono domande da affidare alla più grande cautela e prudenza. Lavoriamo giorno e notte con le nostre forze dell’ordine e la mia risposta è: non più di tutti gli altri giorni dell’anno. Siamo un Paese esposto come tutti gli altri Paesi che dalle torri Gemelle in poi compongono la coalizione antiterrorismo e fin qui la prevenzione ha funzionato”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.