Castelli presidente, Battisti Ad

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:11

L'assemblea di Ferrovie dello Stato ha rinnovato i vertici della partecipata statale, nominando Gianluigi Vittorio Castelli presidente e Gianfranco Battisti amministratore delegato.  

L'annuncio

Ad annunciare la fumata bianca è stato il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli. “Abbiamo rinnovato il Cda di Ferrovie e siamo felici per le nostre scelte – si legge sulla sua pagina Facebook -. Alla faccia di chi ci accusava di voler occupare delle poltrone, ai primi due gradini abbiamo messo due eccellenti manager interni all’azienda – Gianfranco Battisti come Ad e Gianluigi Vittorio Castelli come presidente – che, a differenza di qualche loro predecessore, conoscono benissimo la struttura e sanno come far marciare i treni. In più, abbiamo confermato nell’organo di amministrazione due consigliere che si erano dimesse in tempi non sospetti, mostrandosi in disaccordo rispetto alla scelta del precedente board di non applicare la clausola etica per l’Ad decaduto”. Toninelli ha poi augurato “buon lavoro” al nuovo consiglio di amministrazione, cui “toccherà far viaggiare al meglio Le Frecce, ma soprattutto potenziare il trasporto su ferro regionale, in primis per dare sicurezza e comfort ai pendolari che ogni mattina scelgono per muoversi un mezzo pulito e condiviso come il treno. Una scelta che deve smettere di essere di coraggio e deve diventare di normalità“.

Il presidente

Castelli ricopriva il ruolo di direttore centrale innovazione e sistemi innovativi. Classe 1954 si è laureato in fisica a indirizzo cibernetico all'Università degli studi di Milano. E' stato Chief information officer (Cio) in Infostrada e Fiat. Nel 2000 diventa Ceo e direttore generale della società di servizi software del Gruppo Fiat (Gsa). Dopo le esperienze in Omnitel e Vodafone nell’agosto 2006 rientra in Italia e assume la guida, come Executive Vice President Ict, dell’It di Eni dove consolida e razionalizza tutte le organizzazioni It di divisione e di società del gruppo Eni in un’unica struttura di corporate, guida un grande programma di efficienza e rinnova l’intero parco applicativo, le infrastrutture e le facility realizzando il più grande cloud privato in Italia e il Data Center (Eni Green Data Center) a più alta efficienza energetica al mondo. E’ anche consigliere di amministrazione di Eni AdFin. Nel febbraio 2015 lascia Eni e fonda, all’interno della Sda Bocconi, il Devo Lab, dedicato allo studio e ricerca dell’impatto delle tecnologie digitali sui modelli di business, sulle organizzazioni, sul conto economico e sul valore delle aziende.

Amministratore delegato

Nato a Fiuggi (Fr), prima della nomina, Battisti ricopriva il ruolo di Ad di Sistemi Urbani, ovvero il ramo immobiliare di Ferrovie. Ha diretto il comparto dell'alta velocità e si è occupato della Divisione passeggeri, nazionale e internazionale, di cui è stato direttore tra il 2009 e il 2017. La sua carriera è iniziata in Fiat a Torino, dove si è occupato per nove anni della Direzione marketing e di quella commerciale. Il suo approdo in Fs arriva nel 1998. Per la partecipata ha fatto parte della task force che si è occupata di organizzare l'accoglienza per il Giubileo del 2000. Dal 2016 è anche presidente nazionale di Federturismo, mentre in passato è stato membro del Consiglio di amministrazione di Artesia (compagnia che si occupa della gestione dei collegamenti tra Italia e Francia). 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.