Casaleggio: “La democrazia diretta è il futuro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29

Davide Casaleggio, figlio del fondatore del M5S Gianroberto, è intervenuto questa mattina sul “Blog delle stelle” affrontando l'argomento della democrazia diretta. Lo ha fatto, quindi, parlando anche della discussa piattaforma Rousseau attraverso cui i militanti pentastellati si esprimono sulla linea politica del Movimento. 

Il concetto di democrazia

Scrive Davide Casaleggio: “Nei due anni dalla sua nascita – scrive il presidente della Casaleggio Associati – abbiamo sviluppato 11 funzioni e, ad oggi, Rousseau conta oltre 100 mila iscritti certificati. Da quando abbiamo iniziato a votare on line ci sono state 232 votazioni su Rousseau. Una giornata di voto ogni 20 giorni dal 2012 ad oggi”. Il funzionamento della piattaforma Rousseau, secondo Casaleggio, sarebbe la prova che “un nuovo modello di partecipazione è possibile” perchè “il concetto di democrazia sta evolvendo”. Nel testo, viene rivendicato come un merito la consultazione degli iscritti per prendere le decisioni politiche più importanti della storia del Movimento: “La democrazia – scrive Casaleggio – è scegliere i propri candidati. Sono state 72 le votazioni per scegliere i candidati del MoVimento 5 Stelle a tutti i livelli: il candidato premier, il Presidente della Repubblica, i portavoce nel Parlamento italiano ed in quello europeo, ma anche i candidati presidenti nelle regioni, i candidati sindaco e le liste nei comuni”. “La democrazia – continua nell'articolo – è definire il programma di governo assieme. Per costruire il programma che ha portato il MoVimento 5 Stelle al governo gli iscritti hanno espresso oltre 2,4 milioni di preferenze distribuite su 26 votazioni, 104 quesiti e 348 priorità individuate”.

Partecipazione diretta

L'introduzione del voto online nel dibattito pubblico italiano è stata una delle novità più importanti degli ultimi anni. Per Casaleggio, si sarebbe trattato di un “cambiamento rivoluzionario” il cui merito va anche ai modelli di “partecipazione diretta alla vita politica” che hanno permesso di “connettere persone, dare loro la possibilità di condividere risorse, di decidere, di formarsi, di attivarsi sul proprio territorio fa emergere forme di cittadinanza digitale e partecipata che fino a pochi anni fa facevamo fatica a ipotizzare”.

La piattaforma

Nel post inserito nel blog, il figlio del fondatore del M5S scrive che  “Rousseau non è una moda passeggera” perchè ormai “la democrazia diretta e partecipata è il futuro”. Nei giorni scorsi la piattaforma ha toccato quota 100mila iscritti. Una comunità virtuale chiamata a scegliere il nome dei candidati, ad esprimersi su leggi, ad indirizzare le linee del Movimento. E' stato proprio il raggiungimento di questo traguardo ad aver spinto Casaleggio a scrivere il post di oggi e a pubblicarlo sul blog ufficiale del Movimento. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.