BUONA SCUOLA: IL MECCANISMO SI INCEPPA ALLA PARTENZA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:39

Inciampa già ai blocchi di partenza il piano assunzioni della Buona Scuola, l’avvio del prossimo anno scolastico si preannuncia infatti all’insegna del caos. Se la riforma era stata presentata da Renzi e Giannini come una panacea “contro la ‘supplentite’ – dichiara Rino di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti – anche quest’anno assisteremo al solito balletto dei supplenti, aggravato dal fatto che, in base al nuovo piano di immissioni in ruolo, bisognerà attendere novembre per sapere se e dove verranno assunti”.

Inoltre, i precari neoassunti potranno accettare una supplenza annuale vicino la loro residenza, prima di un eventuale trasferimento. Proprio quest’ultimo, rapido e distante dalla propria casa, aveva spinto molti docenti a preferire di restare nelle graduatorie di scorrimento in attesa di incarichi di supplenza e di un eventuale incarico di ruolo.

Inoltre, bisogna considerare la mancanza di insegnanti di matematica e materie scientifiche, che il Ministero starebbe pensando di risolvere tappando qua e là con supplenze della durata di un anno, salvo poi bandire un concorso a dicembre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.