Bolkestein rinviata al 2020. Ambulanti esultano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:23

Per l'entrata in vigore in Italia della direttiva Bolkestein sul commercio ambulante bisognerà aspettare il 2020. Un emendamento del Pd approvato nella notte in Commissione Bilnacio della Camera, infatti, prevede che “al fine di garantire che le procedure per l'assegnazione delle concessioni del commercio su aree pubbliche siano realizzate in un contesto temporale e regolatorio omogeneo, il termine delle concessioni in essere alla data di entrata in vigore della presente disposizione e con scadenza anteriore al 31 dicembre è prorogato fino a tale data”, ovvero fino al 2019. Quindi, nonostante la direttiva europea sul commercio ambulante e sulle concessioni demaniali avesse dovuto entrare in vigore già da diverso tempo e nonostante la condanna della Corte europea inflitta all'Italia proprio a causa della mancata applicazione delle norme europee, della Bolkestein non se ne riparlerà fino al prossimo 2020. 

La Bolkestein

La direttiva Bolkestein riguarda il commercio ambulante e i gestori di stabilimenti balneari e, sostanzialmente, prevede lo stop ai rinnovi automatici delle concessioni demaniali, con la conseguente messa a gara pubblica delle licenze. La direttiva è stata approvata nel 2006 e ha come obiettivo quello di sancire la parità di tutte le imprese e i professionisti europei nell'accesso ai mercati dell'Unione e a tale scopo, una delle disposizioni stabilisce che le gare per affidare in gestione servizi pubblici debbano avere regole chiare e ricevere pubblicità internazionale

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.