Anche la Lega in piazza contro la Appendino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:51

Sì, Torino va avanti”, questo il titolo scelto dalle organizzatrici, sette imprenditrici donne, per la manifestazione andata in scena questa mattina a Piazza Castello per chiedere al sindaco Appendino di andare avanti con la Tav ed abbandonare le posizioni di contrarietà al progetto dell'alta velocità che dovrebbe collegare il capoluogo piemontese a Lione. 

La manifestazione

Quindici mila i partecipanti, rivendicano le promotrici. Una di loro, Adele Olivero, ha voluto rispondere alle ironie di esponenti della maggioranza comunale con una dichiarazione ai microfoni di Sky: “Alla consigliera M5s Viviana Ferrero che diceva che in piazza ci sarebbero stati solo anziani disperati e madamine, dico di guardare questa piazza piena”. Nel gruppo Facebook da cui poi è partita la mobilitazione, gli animatori di “Sì, Torino va avanti” definiscono così il loro progetto: “Gruppo di persone della società civile torinese decise a non lasciare l'amata città scivolare nel declino dei no pronunciati di fronte ad ogni innovazione e opportunità di sviluppo. Con voce ferma e gentile vogliamo dire di SÌ a nuove iniziative e progetti. Noi desideriamo crescere, muoverci, viaggiare, studiare, lavorare. Vogliamo essere connessi al mondo e cogliere le opportunità, ritrovando la nostra spinta creativa. Desideriamo completare i lavori per la TAV, ma non solo: vogliamo essere nelle condizioni di investire sul futuro”. 

L'adesione della Lega locale

Ma a rendere di particolare interesse la manifestazione odierna di Piazza Castello c'è senz'altro la decisione della Lega locale di scendere anch'essa in piazza. Alla mobilitazione per chiedere che la Tav vada avanti, infatti, partecipano anche Fabrizio Ricca, segretario torinese del partito di Salvini, ed i parlamentari eletti nella zona. Il disco verde alla presenza degli esponenti leghisti è arrivato dal capogruppo alla Camera dei deputati, il piemontese Riccardo Molinari. La Lega, d'altra parte, pur essendo al governo nazionale con i M5S è all'opposizione della Giunta comunale guidata da Chiara Appendino.

La sindaca sul diritto a manifestare

La sindaca di Torino ha difeso il diritto dei “Pro-Tav” a manifestare anche dalle critiche della consigliera M5S, Viviana Ferrero e con un post su Twitter ha dichiarato: “Il pensiero espresso su Facebook dalla consigliera Ferrero non rappresenta quello di questa Amministrazione  che ribadisce il rispetto e l’ascolto di quanti parteciperanno alla manifestazione di sabato e delle loro istanze”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.