Impennata di nuovi casi: 1907 in 24 ore

Ue formalizza accordo con Sanofi e Gsk per 300 milioni di dosi del vaccino anti-Covid.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:17
Fonte: Ministero della Salute

Oggi, in Italia, il numero dei contagi registrati è pari a 1907. Gli attualmente positivi sono 42.457. 35.668 è il numero delle vittime in totale. I casi totali sono 294.932. I guariti 216.807. 208 sono i ricoverati in terapia intensiva.  Le persone in isolamento domiciliare sono 38.862. I pazienti ricoverati con sintomi ammontano a 2.387. Il totale dei casi testati è pari a 6.187.258. I tamponi effettuati oggi sono 99.839, per un totale di 10.246.163.

La situazione regionale

La regione in testa alla classifica per maggior numero di positivi registrati è la Lombardia con 224. Segue la Campania con 208 positivi e il Lazio 193. 176 sono le persone positive in Veneto mentre in Piemonte 127.  Nelle note del Bollettino del Ministero della Salute emerge che la Sicilia comunica che dei 176 nuovi casi positivi di oggi, 21 sono ospiti della Comunità “Biagio Conte” e 37 sono i migranti ospiti degli hotspot siciliani. Sempre dalle note emerge che la Calabria comunica che dei 28 nuovi casi, 12 sono migranti. La Basilicata, invece, registra 0 casi.

Accordo Ue-Sanofi/ GSK

La Commissione europea ha formalizzato l’accordo con Sanofi e GSK che permetterà ai Paesi dell’Unione Europea di acquistare 300 milioni di dosi del vaccino anti-Covid prodotto dalla joint venture tra le due case farmaceutiche. Queste si sono, inoltre, impegnate a fornire una parte della loro fornitura di vaccini attraverso la collaborazione con Covax, la struttura dell’Oms creata per assicurare l’accesso universale al vaccino contro il nuovo coronavirus. La Commissione ha, anche, firmato un contratto dello stesso tipo con AstraZeneca e continua i colloqui per formalizzare accordi con altre quattro compagnie (Johnson & Johnson, Curevac, Moderna e BioNtech).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.