Gualtieri su crisi economica e vaccini anticovid: “Si vede una luce in fondo al tunnel”

Gualtieri: "Dobbiamo traghettare il Paese verso la fase del rilancio dell'economia. E' il momento più difficile, ma finirà"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:34
Il ministro dell'economia e delle finanze, Roberto Gualtieri

Il Consiglio dei ministri ha approvato in nottata il testo della Legge di bilancio. La manovra è ora attesa entro domani, mercoledì 18 novembre, in Parlamento. Tra le misure, il credito d’imposta per investimenti al Sud fino al 2022, 2.800 assunzioni nel Mezzogiorno per il buon uso dei fondi Ue, 100 milioni per gli asili nel 2022 e 300 milioni a regime.

Nessun intervento per la rivalutazione delle pensioni. Nella riunione si è parlato di un nuovo scostamento di bilancio da circa 20 miliardi, tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima.

Dialogo

“Sono fiducioso che la manovra di bilancio passerà e che Camera e Senato miglioreranno il testo con il loro contributo”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri in una intervista a Unomattina spiegando che “tutte le proposte di buonsenso saranno valutate con grande attenzione”. In questo modo, ha spiegato il ministro Gualtieri “la manovra potrà essere potenziata”.

“Dialogheremo – ha aggiunto – con tutte le forze in Parlamento che vogliono aiutarci a migliorare la manovra invece di fare propaganda. Adesso gli italiani si aspettano risposte concrete”.

Gualtieri sui sindacati

Il ministro è intervenuto anche sul ruolo dei sindacati. “I sindacati fanno il loro mestiere e chiedono di più ma il Governo deve guardare a un equilibrio più generale”, spiegando che la manovra è “una proposta di legge di bilancio che deve andare in Parlamento proprio per essere migliorata ed emendata”.

“Quindi – aggiunge – si avvia un confronto con il Parlamento e anche con le parti sociali con le quali avevamo anche discusso prima e condiviso la scelta del blocco dei licenziamenti. E’ avviato un dialogo con le parti sociali, ognuno fa il suo mestiere, I sindacati chiedono sempre di più e il Governo deve guardare a un equilibrio più generale. E’ fisiologico”.

Coronavirus

Infine, Gualtieri è intervenuto in merito alla pandemia e alle notizie sui vaccini allo studio, diversi dei quali arrivati in Fase 3. La seconda ondata dell’epidemia, ha detto, “è stata più dura di quanto ci si aspettasse” e ha reso necessarie misure che comportano un sacrificio economico per i quali il Governo ha introdotto misure compensative” ma ora “si vede una luce in fondo al tunnel”.

“Dobbiamo traghettare il Paese – ha spiegato – verso la fase del rilancio dell’economia, dobbiamo farlo sapendo che questo è il momento più difficile, ma anche sapendo che finalmente si intravede una luce alla fine del tunnel. Le recenti notizie sui risultati del lavoro sui vaccini sono promettenti – ha concluso Gualtieri – e quindi abbiamo la consapevolezza che questo periodo difficile è l’ultimo e che finirà“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.