Washington, Manafort si dichiara colpevole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:33

Scongiurato il processo di Washington per Paul Manafort che, durante l'udienza preliminare in Tribunale, si è dichiarato colpevole di due capi d'accusa (cospirazione contro il Paese e cospirazione contro il percorso della giustizia), di fatto annunciando inidrettamente di aver raggiunto l'accordo con il superprocuratore Mueller. Un'intesa, si affrettano a precisare dalla Casa Bianca, “che non ha nulla a che vedere  con il presidente o con la sua vittoriosa campagna presidenziale del 2016”. Vero, ma lo è altrettanto il fatto che, da Manafort, Mueller spera proprio di ottenere indicazioni per ciò che concerne il Russiagate, indagine cardine del procuratore speciale dalla quale sono peraltro scaturiti i due processi all'ex capo della campagna elettorale di Trump.

Il tweet

Affiancato dal suo legale, Richard Westling, Manafort ha ammesso le sue responsabilità nei confronti delle due accuse mosse contro di lui: un passo che consentirà per lui una riduzione della pena anche grazie alla collaborazione con la giustizia (in questo caso rappresentata da Mueller) per far luce sui temi che il procuratore sta sondando. All'indomani dell'annuncio di una collaborazione di Cohen (fatto che aveva mandato Trump su tutte le furie), il presidente aveva elogiato Manafort e la sua resistenza, non avendo ceduto “né inventato storie per ottenere un accordo. Tanto rispetto per un uomo di valore”.

La situazione

Ora la situazione si è capovolta e, proprio da Manafort, potrebbero arrivare indicazioni utili a Mueller in un momento in cui, specie come strascico del vertice di Helsinki con Putin, il Russiagate sembrava in fase di annaspamento. Non è ben chiaro di quali informazioni potrebbe essere in possesso Manafort ma, sicuramente, il suo antico ruolo di capo della campagna elettorale lo ha posto all'epoca delle presidenziali in una situazione privilegiata nei rapporti con il futuro presidente e con la sua agenda. Per ora si sa che l'imputato rischia fino a 10 anni ma, qualora vi fosse “una cooperazione di successo con il procuratore”, qualche scenario potrebbe modificarsi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.