Turchia: mandato d’arresto per Gulen il nemico di Erdogan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Il tribunale di Instanbul ha emesso un mandato di cattura internazionale contro l’imam Fethullah Gulen, il filosofo islamico avversario del presidente turco Recep Tayyip Erdogan e a capo del gruppo religioso Hizmet . L’ex finanziatore dell’Akp, che oggi ha 73 anni e la cittadinanza americana, è segnalato nel provvedimento d’arresto come “dirigente d’una organizzazione terroristica”, ha un forte potere economico e religioso in quanto è un grande predicatore nel contesto dell’Hizmet ed è ritenuto da molti un vero pericolo per Erdogan.

Il presidente turco teme molto che il gruppo religioso possa trasformarsi in un partito, tanto è forte la sua influenza, infatti Gulen era stata accusato di aver creato uno stato parallelo; la rottura tra i due lo ha reso un nemico da eliminare. La corte di Instanbul intanto ha ordinato l’arresto di quattro persone, tra cui il presidente del Samanyolu Media Group, Hidayet Karaca con l’accusa di terrorismo, è stato liberato invece il direttore del quotidiani Zaman, Ekrem Dumanli.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.