Sospetti kamikaze uccisi al confine tra Kenya ed Etiopia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:02

Dalla fine del 2012 l’Etiopia dispiega un contingente militare in territorio somalo per contrastare una delle maggiori minacce che presenta attualmente il Paese: il gruppo terroristico Al Shabaab. Gli estremisti islamici, presunti responsabili dell’attentato avvenuto il 13 ottobre del 2013 nella cittadina di Addis Abeba, hanno portato sei giorni fa l’ambasciata statunitense in Etiopia a pubblicare un avviso di sicurezza che invitava i connazionali ad evitare luoghi di assembramento e di ritrovo della comunità internazionale nelle zone più a rischio del territorio.

E la minaccia, in questi giorni, sembra avvicinarsi anche al vicino stato del Kenya. Cinque presunti estremisti islamici kamikaze sono stati uccisi, ieri, da soldati kenioti e somali mentre stavano cercando di entrare a Nairobi. Nell’auto sono state scovate sei cinture esplosive ed altri ordigni, per un totale di 100 chili di tritolo. Il veicolo era stato intercettato sabato a Dolo, al confine tra Kenya ed Etiopia. A renderlo noto l’esercito Keniota, citato dall’agenzia Ap online.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.