PRIMARIE USA, TRUMP MINACCIA: “SE PERDO CORRERO’ DA INDIPENDENTE”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:15

Nel tanto atteso primo dibattito tv tra i 10 candidati repubblicani alla Casa Bianca, è stato Donald Trump, candidato nettamente favorito, a sganciare la prima bomba. L’immobiliarista miliardario, circondato sempre da belle donne, sceso in campo solo 7 settimane fa, si è rifiutato di escludere di correre da indipendente se non dovesse conquistare la nomination del Grand Old Party (Gop). Secondo gli analisti, questa potrebbe essere una minaccia piuttosto pesante, perché rievoca lo spettro della candidatura del miliardario Ross Perot, nel 1992, che fece perdere il candidato Bob Dole a favore di Bill Clinton. Ancora di più se si pensa che è stato proprio l’ex presidente democratico a spingere la candidatura di Trump. “Non intendo assumere questo impegno al momento”, ha risposto alla domanda se intendeva escludere l’opzione Perot, che farebbe vincere il candidato/a democratico chiunque esso sia.

Donald Trump, forse per la sua carriera, si sente piuttosto superiore alle regole del “fair play” e del “politically correct”, per il quale ha detto di “non aver tempo”, aggiungendo che uno dei problemi “di questo Paese è l’essere politicamente corretto”. Così uno dei passaggi dell’atteso primo dibattito tv tra i 10 principali candidati repubblicani alla Casa Bianca su Fox News, in cui gli altri 9 sono di fatto coalizzati contro Trump, nettamente in testa in tutti i sondaggi.

L’imprenditore, messo sotto pressione dalle domande della moderatrice, la giornalista conservatrie Megyn Kelly, riguardo alle pesanti dichiarazioni in cui in passato ha definito le donne come “grasse scrofe”, “cagne” e “sciatte”, ha risposto tagliando corto con l’usuale rudezza, sostenendo che si trattava di una domanda di “correttezza politica”, cui non si sentiva in dovere di rispondere.

Passato poi all’attacco, il miliardario immobiliarista, hai puntato il dito contro la reporter accusandola di non trattarlo bene: “Onestamente Megyn, se (quello che dico) non ti piace, mi dispiace. Sono stato molto carino verso di te nonostante avrei anche potuto risparmiarmelo per come mi hai trattato”, ha detto Trump la cui base elettorale è principalmente maschile.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.