Parte il G20 dell'agricoltura sostenibile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:04

Prende il via in Giappone il G20 dell'Agricoltura “Verso un settore agroalimentare sostenibile: problemi emergenti e buone pratiche”.

L'incontro

La location scelta per la tre giorni è Niigata, nella regione di Chubu a Nord di Tokyo. A rappresentare l'Italia sarà il ministro Gian Marco Centinaio che ha già incontrato a Tokyo l'omologo nipponico Takamori Yoshikawa, con cui ha approfondito la collaborazione bilaterale fra i due Paesi, accenendo nel contempo i riflettori sui comparti dell'ortofrutta e della carne. “I rapporti commerciali tra i nostri Paesi nel settore agroalimentare continuano a registrare anno dopo anno dati sempre più significativi, le nostre imprese sono molto interessate al mercato giapponese“, ha ha detto Centinaio nel corso dell'incontro. “E' importante – ha aggiunto – rafforzare tale foro multilaterale rendendo sempre più concrete ed operative le decisioni congiunte di fronte alle sfide che deve fronteggiare l'agricoltura per essere sostenibile”.

Interessi

Centinaio ha posto l'attenzione due importanti comparti per l'Italia: ortofrutta e carne. Sul primo ha espresso la volontà di pervenire a un'intesa nei tempi più brevi possibili per quanto riguarda le trattative sul protocollo dei kiwi e a modalità semplificate per i controlli sulle spedizioni per via aerea delle arance. Il ministro ha poi espresso soddisfazione per la ripresa delle esportazioni di prodotti italiani a base di carne bovina realizzati con materia prima nazionale, tra cui la bresaola.

Gli arrivi

In Giappone è già arrivato il commissario europeo all'agricoltura Phil Hogan (che prenderà parte al G20 Agricoltura), insieme ad una delegazione di 61 imprese e organizzazioni del settore agroalimentare europeo, di cui 10 italiane con lo scopo di promuovere le esportazioni europee nel mercato nipponico a oltre tre mesi dall'entrata in vigore del trattato commerciale (Jefta) che il Paese del Sol Levante ha firmato con l'Ue. I rappresentanti di imprese e associazioni di categoria hanno accompagnato Hogan per conoscere le caratteristiche del mercato giapponese e le tendenze nei consumi, incontrare rappresentanti giapponesi della rivendita al dettaglio e potenziali partner del settore agroalimentare locale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.