Parigi, incendio in un palazzo: 3 morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:39

A67 giorni esatti dall'incendio che ha quasi totalmente distrutto la cattedrale di Notre-Dame, Parigi è costretta a fare di nuovo i conti con le fiamme. Che nella notte sono divampate in un palazzo dell'undicesimo arrondissement e che hanno fatto perdere la vita a tre persone. Alto il numero dei feriti: ben 28, di cui una in modo molto grave.

La ricostruzione del fatto

Sono le cinque del mattino quando in un edificio del centro di Parigi, al numero 7 di rue de Nemours a pochi passi dalla Bastiglia, scoppia l'inferno. La polizia non è ancora riuscita ad accertare le possibili cause dell'incendio. Gli uomini delle forze dell'ordine, al contrario, hanno spiegato che la prima delle persone morte si è lanciata da una finestra del palazzo per cercare di sfuggire al fuoco, mentre le altre due sono state carbonizzate. L'edificio, che ha sei piani, è stato costruito tra gli Anni 70 ed 80. Il fuoco si è propagato rapidamente per la tromba delle scale. Oltre agli appartamenti, il palazzo ospita un ristorante e un hammam. Sono serviti circa 200 pompieri per spegnere le fiamme. Ora la situazione è sotto controllo. Le autorità hanno subito fatto sapere che si era di fonte ad “una situazione complessa”

Il lavoro dei Vigili del fuoco

L'intervento dei pompieri è stato determinate per salvare ben 15 persone. Salvataggi eseguiti con ganci lanciati sulle scale. “Percorsi complessi e archi elettrici – ha dichiarato il capo dei Vigili del fuoco Florian Lointier – non hanno facilitato il lavoro delle forze di soccorso”. Come detto gli investigatori adesso sono al lavoro per cercare di capire cosa abbia scatenato l'incendio. La Procura della Repubblica di Parigi ha immediatamente aperto un fascicolo sulla vicenda. Emergenza anche per alcuni sfollati che non hanno avuto il permesso per rientrare nelle loro abitazioni, troppo danneggiate dalle fiamme. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.