OBAMA – CASTRO. MARTEDÍ NUOVO INCONTRO A NEW YORK

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:40

I presidenti degli Stati Uniti e Cuba, Barack Obama e Raúl Castro, si incontreranno questo martedì a New York, durante lo svolgimento all’Assemblea Generale dell’Onu, dove entrambi parteciperanno.

Ha annunciato la Casa Bianca che sarà il secondo incontro bilaterale formale tra i due leader da quando lo scorso 17 dicembre 2014, hanno annunciato l’inizio del processo di riprendere le relazioni diplomatiche bilaterali,dopo più di mezzo secolo.

Obama e Castro hanno parlato direttamente per la prima volta lo scorso aprile in occasione del Vertice delle Americhe che si è tenuta a Panama. Castro dal giovedi scorso, è a New York, dove sta compiendo la sua prima visita negli Stati Uniti dopo cinque decenni, e domani parlerà per la prima volta davanti all’Assemblea Generale dell’Onu.

Il leader cubano ha parlato ieri in occasione del Vertice sullo Sviluppo Sostenibile, dove ancora una volta ha condannato l’embargo economico e commerciale che gli Stati Uniti ha imposto al suo Paese dal 1960, ha anche riconosciuto il riavvicinamento in corso con l’amministrazione Obama.

“L’embargo economico, commerciale e finanziario contro Cuba per più di mezzo secolo, ha causato difficoltà al popolo cubano ed è il principale ostacolo per lo sviluppo economico del nostro Paese”, ha detto. “Il restauro delle relazioni diplomatiche tra Cuba e gli Stati Uniti, l’apertura delle ambasciate e i cambiamenti che il presidente Barack Obama ha dichiarato sulla politica verso la nostra nazione, costituiscono un importante passo avanti “, ha aggiunto.

Obama e Castro hanno parlato al telefono la scorsa settimana, prima della visita di Papa Francesco a Cuba e negli Stati Uniti. Il capo della Casa Bianca ha approfittato del viaggio del Pontefice per approvare misure che in parte moderano l’effetto dell’embargo, che può essere revocato soltanto dal Congresso degli Stati Uniti.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.