Mangkhut si abbatte su Hong Kong

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:44

Mentre Florence spazza la costa atlantica degli Stati Uniti, il tifone Mangkhut si è abbattuto con violenza sulle Filippine, provocando a ora 64 morti. Ad accrescere il bilancio, nelle ultime ore, è stata soprattutto la serie di frane e smottamenti provocati dalle fortissime piogge, specie nelle province settentrionali, dove sono presenti diversi rilievi montuosi. A renderlo noto è stato il Capo della Polizia, Oscar Albayalde, il quale ha anche fatto sapere che il tifone si sta ora dirigendo verso la Cina, dove sono state già predisposte numerose operazioni di evacuazione. In allerta, in particolare, gli abitanti della provincia di Guangdong, molti dei quali hanno già lasciato le loro abitazioni. Allarme anche a Hong Kong, dove l'H.K. Observatoryh ha invitato la popolazione a non avvicinarsi all'area del Victoria Harbour, dove è stato registrato un significativo innalzamento del livello del mare.

Allarme a Hongk Kong

La pericolosità di Mangkhut, atteso fra poche ore in Cina, ha spinto le autorità di Macao a predisporre la chiusura delle principali strutture ludiche e casinò, decisione eccezionale che da la misura della gravità della situazione. Intanto è proprio la città di Hong Kong a pagare lo scotto maggiore: i fortissimi venti stanno spazzando il territorio autonomo dell'Asia orientale, nonostante l'occhio del ciclone si trovi a distanza sensibili dalla città. L'allerta è al momento elevatissima, considerando che i venti hanno toccato i 242 chilometri orari e provocato danni quali lo sradicamento di alberi, la rottura di vetri e qualche altro danneggiamento agli edifici, letteralmente fatti oscillare dalle raffiche portate dalle propaggini di Mangkhut.

Disastro nelle Filippine

Il tifone è stato categorizzato come T10 (il livello più alto) dall'H.K. Observatory, il quale ha anche registrato i danni provocati dal passaggio della tempesta nelle Filippine dove, al momento, sono stati forniti dati ufficiali su 20 decessi nella regione di Cordillera, nel nord dell'arcipelago, e 4 nella zona di Nueva Vizcaya, mentre un'altra è stata registrata in una zona non ancora precisata.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.