L’uragano Harvey minaccia il Texas: evacuate città e piattaforme petrolifere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

L’uragano Harvey, partito come una tempesta tropicale, ma si prevede che dovrebbe raggiungere categoria 3 nella giornata di oggi prima di fare landfall nella zona di Corpus Christi, sta minacciando il Texas. Per questo le autorità hanno disposto che alcune città e piattaforme petrolifere siano evacuate. Il governatore del Texas, Greg Abbott, ha preventivamente dichiarato lo stato di calamità in 30 contee ed attivato 700 uomini della guardia armata, aerea e nazionale.

Evacuazioni e scuole chiuse

Le autorità hanno diramato un ordine di evacuazione per Port Arenas e Portland sin dalle 12 di oggi (ora locale, ndr). Invece per Corpus Christi, località dove il potente uragano dovrebbe toccare terra, al momento l’ordine di evacuazione è facoltativo. Inoltre, tutte le scuole resteranno chiuse fino a lunedì, anche a Houston, dove oltre ai danni causati direttamente da Harvey, si temono pesanti allagamenti perché si prevede che la tempesta si soffermi sullo stato almeno fino a mercoledì.

Le precipitazioni potrebbero durare per sei giorni

Un altro allarme è stato lanciato dagli esperti che hanno dipinto uno scenario quasi apocalittico. Infatti, secondo il National Hurricane Center si potrebbero verificare precipitazioni incessanti per sei giorni consecutivi, con l’acqua che potrebbe arrivare ad un’altezza vicina al metro. Questi allagamenti, riferisce il centro, potrebbero essere “potenzialmente mortali”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.