L’Isis cerca di vendere il cadavere di Foley

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

Un milione di dollari per i resti di James Foley, il giornalista americano decapitato dall’Isis: secondo il sito americano BuzzFeed, i jihadisti del Califfato islamico stanno cercando di vendere il cadavere dell’ostaggio ucciso in Siria in agosto. Buzzfeed cita 3 fonti in contatto con i miliziani che starebbero cercando di proporsi come intermediari nell’affare. Il corpo di Foley verrebbe consegnato in Turchia e il gruppo sarebbe pronto a fornire un campione di Dna per facilitare l’accordo.

I jihadisti, quando tenevano Foley in ostaggio, avevano chiesto per il rilascio un riscatto di 100 milioni di euro alla famiglia del reporter e all’editore della sua testata, il “Global Post”. Ma non fu mai raggiunto alcun accordo e Foley venne ucciso. Il gruppo terroristico ora è pronto a speculare sulle spoglie dell’uomo e per provare che il cadavere nelle loro mani è veramente quello del giornalista americano è in grado di fornire la prova del Dna.

A parlare della negoziazione della salma di Foley, ma anche di altri corpi di altri ostaggi, è stato un ex ribelle siriano che a “Buzzfeed” ha riferito: “L’Isis prima vuole i soldi, un milione di dollari, e poi invierà il Dna in Turchia”. La famiglia di Foley non ha voluto rilasciare dichiarazioni in proposito, mentre il dipartimento di Stato americano si è attivato per cercare ulteriori informazioni sulla vicenda. “Se fosse vero, sarebbe una cosa disgustosa”, ha commentato un alto diplomatico Usa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.