L'Egitto in piazza contro al-Sisi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:12

Alta tensione al Cairo, dove centinaia di persone sono scese in piazza per protestare apertamente contro il presidente Abdel Fattah al-Sisi. Un assembramento in Piazza Tahrir, dove otto anni fa gli egiziani avviarono di fatto la fase decisiva della rivoluzione che detronizzò Hosni Mubarak aprendo una stagione di particolare fermento per l'Egitto che, in due anni, ha visto avvicendarsi ben tre presidenti. All'epoca del suo colpo di Stato, nel 2013, al-Sisi venne salutato dalla folla come il salvatore del popolo egiziano da una presidenza, quella di Mohamed Morsi e dei Fratelli musulmani, ritenuta non più in grado di ottemperare ai bisogni della nazione. L'indiretto appoggio popolare consentì all'allora feldmaresciallo dell'esercito egiziano di operare un incruento avvicendamento del potere, avviando una nuova stagione basata sulla tolleranza religiosa ma vessata da piaghe sociali quali la corruzione e la violazione dei diritti umani, accusa quest'ultima formulata in relazione alla repressione drastica dei Fratelli musulmani dell'ex presidente Morsi.

La protesta

Ora la situazione è decisamente diversa rispetto alla primavera araba del 2011, visto che proprio le accuse di corruzione dilagante rischiano di far vacillare l'impalcatura governativa messa in piedi da al-Sisi. Non è un caso, probabilmente, che proprio Piazza Tahrir, dove fu messa fine all'era Mubarak, si siano radunati i cittadini del Cairo, mobilitati via web dall'imprenditore egiziano Mohamed Ali, dal quale sono arrivate le principali accuse di corruzione nel governo. Nella capitale egiziana (e a quanto sembra anche in altre città egiziane, come Alessandria e Damietta) sono ore di grande fermento, con la Polizia costretta a chiudere numerose strade e, stando a quanto riferito, prodiga di arresti tra i manifestanti. Al momento, comunque, il presidente non è in Egitto, dal momento che si trova a New York per partecipare all'Assemblea delle Nazioni Unite, durante la quale è previsto un suo intervento per la giornata di mercoledì.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.