L’Arabia Saudita, dopo 24 anni, riapre l’ambasciata in Iraq

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:26

Dopo oltre 24 anni riaprirà l’ambasciata dell’Arabia Saudita in Iraq. Lo ha annunciato il portavoce del ministero degli Esteri saudita, Osama al-Naqli, citato dal quotidiano Al-Sharq Al-Awsat. L’uomo ha spiegato che un team inviato dal governo sarà a Baghdad entro poche settimane per trovare una sede adatta ad ospitare la rappresentanza diplomatica. L’ambasciata sorgerà all’interno della Green Zone, l’area più blindata della capitale irachena dove hanno sede i ministeri e le ambasciate dei paesi occidentali. “L’ultimo ambasciatore saudita in Iraq lasciò il paese dopo l’invasione del Kuwait da parte dell’esercito di Saddam Hussein nell’agosto del 1990. Nel 2012 Riad ha nominato un nuovo ambasciatore in Iraq, decidendo di non farlo risiedere a Baghdad”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.