La Corea del Nord cancella i sopralluoghi al Sud

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:07

La Corea del Sud ha chiesto al Nord in via formale le ragioni della sospensione della missione che avrebbe dovuto inviare oggi per i sopralluoghi a Seul e a Gangnueng dove si esibiranno i suoi gruppi artistici di 240 persone, parte degli accordi sulla partecipazione alle Olimpiadi invernali di PyeongChang (9-25 febbraio). La sospensione era stata comunicata da Pyongyang a Seul ieri in tarda sera senza nessuna motivazione

Il messaggio

“Abbiamo inviato un documento al Nord alle 11:20 (le 3:20 in Italia) attraverso il canale di comunicazione di Panmunjom chiedendo una spiegazione sulla cancellazione della missione del team”, ha riferito il ministro dell'Unificazione Cho Myung-gyon.

La visita

La visita di due giorni, anticipata rispetto alla data del 25 gennaio concordata per i primi arrivi al Sud della delegazione nordcoreana, avrebbe visto impegnato un gruppo di 7 persone guidato da Hyon Song-wol, leader della Moranbong Band, gruppo pop femminile creato a luglio 2012 su volontà del leader Kim Jong-un.

Diplomazia

Moon Jae-in, attraverso i Giochi, sta tentando di aprire un dialogo diplomatico tra le due Coree, tanto da aver chiesto agli Stati Uniti di fermare le esercitazioni militari congiunte durante la grande kermesse sportiva.

Parata militare

Ieri, però, nonostante la partecipazione congiunta ai Giochi olimpici con Seul, la Corea del Nord ha annunciato che non rinuncerà alla consueta parata militare. Il regime di  Kim Jong-un ha ufficializzato la data dell'8 febbraio, non a caso alla vigilia dell'evento sportivo che prenderà il via il giorno dopo a PyeongChang, in Corea del Sud.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.