Kiev ritira i servizi dalle zone dell’Est

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07

Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha ordinato, ieri sera il ritiro di tutti i servizi pubblici dalle regioni sotto il controllo dei
separatisti filorussi nell’Est.
Il governo dovrà prendere tutte le misure, entro una settimana per “porre fine alle attività di imprese, istituzioni e organizzazioni statali”. Contestualmente è arrivato anche ma anche il blocco, entro un mese, dei conti bancari delle imprese e dei cittadini della medesima area.

“Un atto di genocidio – ha commentato, Igor Plotniski, capo dell’autoproclamata repubblica di Lugansk. – E’ inconcepibile che Ue e Usa sostengano questi nuovi ricchi arrivati al potere tra le morti del Maidan”, ha aggiunto accusando Poroshenko di violare gli accordi di Minsk.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.