In salvo oltre 100 bambini scomparsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:14

Oltre 100 bambini scomparsi (107 per alcune fonti, 123 per altre) sono stati ritrovati e messi in salvo dalle autorità di Detroit (Michigan, Usa). L'operazione degli Us Marshal, denominata MiSafeKid, è stata portata a termine lo scorso 26 settembre ma i dettagli sono stati resi noti solo nelle ultime ore.

L'operazione

Secondo quanto riferito alcuni dei minori recuperati (almeno 3) erano stati destinati al traffico sessuale. Il blitz si è svolto nella Wayne County e l'obiettivo era quello di ritrovare 301 minori svaniti nel nulla. Le autorità hanno interrogato tutti per verificare le loro condizioni di salute e il motivo per cui erano stati rapiti: secondo il rapporto ufficiale dei Marshall, nessuno dei ragazzini è stato vittima di violenza sessuale. Tutti i ragazzini erano in discrete condizioni di salute a parte uno, che non mangiava da tre giorni e che è stato immediatamente portato al quartier generale perché potesse essere visitato e nutrito. La testimonianza dei bambini ha consentito alle autorità anche di avere informazioni sui altri due minori, uno scomparso in Texas e l'altro in Minnesota. “Il messaggio per i bambini scomparsi e per le loro famiglie – spiega una nota degli Us Marshal – è che non smetteremo mai di cercarli”.

Polemica

La diffusione della notizia dell'operazione è stata seguita dalla polemica a distanza tra Us Marshal e polizia del Michigan. Quest'ultima, in particolare, ha contestato all'altra autorità di aver fornito eccessivi dettagli mentre l'indagine è ancora in corso. Il tenente Micheal Shaw, a Detroit News, ha detto di non aver capito le ragioni del comunicato dei Marshal. “Prima vogliamo trovare tutti i bambini – ha spiegato – in seguito esamineremo qualsiasi aspetto criminale della vicenda”. Shaw ha poi precisato che, al momento, i bambini messi in salvo sono 107 e non 123 su un totale di 301 segnalazioni di scomparsa. Al di la delle quisquilie sui numeri pare evidente che la polizia del Michigan abbia trovato inopportuno dare notizia dell'operazione mentre si stanno ancora cercando i 200 minori che mancano all'appello

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.