Hong Kong: Occupy smobilita. Giovedì l’evacuazione degli accampamenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:38

Le autorità di Hong Kong hanno fatto evacuare il principale sito che i manifestanti pro-democrazia avevano occupato. Dal 28 settembre ad oggi, giorno in cui cominciarono gli scontri con la polizia, il numero dei manifestanti è sensibilmente diminuito e anche il sostegno dell’opinione pubblica ormai si sta spengendo.

In particolare la sentenza dell’Alta corte, pubblicata questa mattina, riguarda tre settori dell’accampamento del quartiere Admiralty composto da un villaggio di tende che occupa un’autostrada cittadina a nove corsie nel cuore finanziario di Hong Kong. Lo smantellamento potrebbe partire da giovedì mattina e gli ufficiali giudiziari, se lo riterranno opportuno, potranno chiedere l’aiuto delle forze dell’ordine per procedere nell’evacuazione.

Secondo la stampa, questa sarà l’occasione per liberare la zona oltre a un accampamento a Causeway Bay. L’altro sito di Mongkok, nella zona continentale di Hong Kong, è stato evacuato a fine novembre. Questa ex colonia britannica sta passando forse il periodo più cupo da quando è stata restituita a Pechino nel 1997 e la sua crisi politica sembra non conoscere fine.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.