Haley lascia, caccia al sostituto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:45

Trascorse nemmeno 24 ore dalle dimissioni a sorpresa dell'ambasciatrice americana all'Onu, Nikki Haley, al di là dell'Atlantico è già partito il toto-nomine per determinare, o quantomeno provarci, chi prenderà il suo posto nel delicato ruolo. La suggestione della prima ora di Trump avrebbe avuto del clamoroso, visto che il Tycoon aveva parlato di sua figlia Ivanka come “perfetta per l'Onu”. Una proposta tra il serio e il faceto, che il presidente non ha messo in atto in quanto, come detto da lui stesso, sarebbe stato accusato di nepotismo. Al di là di tutto, l'addio di Nikki Haley ha provocato certamente un buco importante da riempire nell'organigramma dell'entourage presidenziale anche se le dimissioni arrivate “in accordo” sembrebbero non esser state poi così una sorpresa per Trump.

Da Ivanka a Dina Powell

Gli indizi su un possibile nuovo ambasciatore, a ogni modo, non starebbero portando a Ivanka Trump ma a all'ex viceconsigliera per la Sicurezza nazionale, Dina Powell, una candidatura che starebbe prendendo sempre più piede. In ogni caso, il presidente ha già fatto sapere che il nome del nuovo ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite si conoscerà fra non più di una ventina di giorni. Nel frattempo, cavalca la suggestione Ivanka che, secondo il presidente, “sarebbe dinamite all'Onu”. Una battuta concessa poco prima di imbarcarsi per il Nebraska, a Omaha, pronto a partecipare a un comizio elettorale per le importantissime elezioni di midterm (dopo le quali ha fatto sapere che incontrerà nuovamente Kim Jong-un).

Quattro o cinque candidati

Se le dimissioni di Haley hanno spiazzato la stampa e il resto dell'opinione pubblica, pare che Trump ne fosse a conoscenza già da diversi mesi e, quindi, perfettamente preparato ad attutire il colpo. Anzi, il Tycoon ha fatto sapere che sarà la stessa Haley ad aiutarlo a scegliere il suo successore. Non ci sarebbero molti nomi in lista, l'unico quasi certo è proprio quello dell'ex consigliera Dina Powell, assieme ad altre quattro persone delel quali, al momento, non si conosce il nome. Powell, dopo aver lasciato la squadra di Trump, è entrata a far parte del team bancario di Goldman, posizione importante che, a detta di alcuni media, l'ex consigliera potrebbe non aver interesse a lasciare.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.