GRECIA, SPARATORIA IN MARE TRA SCAFISTI E GUARDIA COSTIERA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:14

Il fronte sud del Mediterraneo continua ad essere il più battuto dalle rotte dei trafficanti di uomini. Nelle ultime 48 ore la guardia costiera greca ha individuato oltre 700 migranti nei pressi delle sue isole. In uno degli interventi è morto un ragazzo di 17 anni in una sparatoria con presunti trafficanti di esseri umani.

In azione la guardia costiera, che ha effettuato le operazioni di salvataggio soprattutto davanti alle isole di Lesbo, Kos, Samos e Ikaria, nel mar Egeo, la quale per la sua vicinanza con le coste della Turchia è diventata la principale porta di accesso all’Unione europea.

La sparatoria è avvenuta invece nei pressi dell’isola di Simi: secondo la versione ufficiale, i presunti trafficanti guidavano un’imbarcazione con 70 migranti e a un certo punto hanno aperto il fuoco contro una nave della guardia costiera greca e una di Frontex; nella sparatoria è morto un 17enne e sono rimasti feriti un membro della guardia costiera e un presunto trafficante.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.