Ferita in Kenya la scrittrice ambientalista Kuki Gallmann

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:28

La scrittrice ambientalista di origine italiana, Kuki Gallmann, è stata ferita in modo grave questa mattina in una sparatoria, mentre si trovava nella riserva privata che dirige in Kenya. Kuki Gallmann, 73 anni, colpita allo stomaco, ha ricevuto i primi soccorsi nel vicino centro medico di Nanyuki, città non lontana dalla riserva, e – secondo la testimonianza della figlia Sveva – successivamente è stata trasportata con un elicottero militare a Nairobi per essere operata. L’autista che l’accompagnava è rimasto illeso. Gli agenti giunti sul posto avrebbero avuto uno scontro a fuoco con gli assalitori, alcuni dei quali sarebbero stati feriti, ma senza riuscire ad arrestarne alcuno. La riserva Laikipia Nature Conservancy si trova nella regione centrale del paese africano, in questo periodo colpita da una forte siccità.

La polizia ipotizza un attacco da parte di pastori nomadi appartenenti all’etnia Pokot, le cui greggi sono colpite dalla siccità. Il governo di Nairobi ha inviato reparti militari nell’area della valle del Rift e gli incidenti con i pastori nomadi sono all’ordine del giorno, con almeno 30 morti dal dicembre scorso. I pastori invadono ranch e proprietà private per far pascolare il loro bestiame e un proprietario terriero britannico è stato ucciso il 6 marzo scorso. La riserva di Kuki Gallmann era già stata assaltata e saccheggiata alla fine di marzo. Sulla base della autobiografia di Kuki Gallmann, “Sognando l’Africa”, e’ stato tratto nel 2000 un film che aveva come protagonista Kim Basinger.

L’avvicinarsi delle elezioni politiche in Kenya, previste per il prossimo agosto, rende la situazione ancora più incandescente, viste le profonde divisioni politiche ed etniche e le promesse di alcuni partiti di distribuzione delle terre. Condanna per l’attacco a Gallmann è stata espressa dal leader dell’opposizione, l’ex premier Raila Odinga, secondo il quale “con la giustificazione della siccità alcuni malfattori portano a segno attacchi ingiustificati contro i proprietari dei ranch”. Secondo il quotidiano Daily Nation, Laikipia Nature Conservancy è la più grande riserva della regione e copre una superficie di circa 400 chilometri quadrati.

Foto da Facebook

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.