Ferguson, rabbia e manifestazioni: 400 arresti in tutti gli Usa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00

La decisione del Gran Juri di non incriminare il poliziotto che ha ucciso Michael Brown infiamma le strade di Ferguson e non solo. Sono più di quattrocento le persone arrestate nella cittadina del Missouri e in tutti gli Stati uniti. Da New York a Los Angeles le proteste hanno interessato molte tra le grandi città del Paese. Mentre su Twitter continuano a comparire  gli appelli delle star a boicottare il Black Friday (la giornata dei grandi sconti che apre la stagione natalizia), con gli hashtag #notonedime (neanche un centesimo) e #boycottBlackfriday. Dal re dell’hip-hop Russell Simmons all’attrice di Vampire Diaries Kat Graham, molti a Hollywood hanno invitato i loro follower al boicottaggio.

Tra gli arrestati  anche due membri del New Black Panther Party (intercettati dall’Fbi), accusati di aver preparato attentati contro il capo della polizia e il procuratore di Ferguson oltre a un attacco dinamitardo contro l’Arco di St. Louis.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.