Emergenza in Florida, arriva l'uragano Michael

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:19

E'allarme rosso in Florida, dove il passaggio dell'uragano Michael rischia di trasformarsi un un inizio di settimana difficile. La tempesta ha infatti acquisito potenza in avvicinamento alla costa, incrementando notevolmente il rischio per le aree della riviera atlantica. Dato già a forza 1, l'uragano sta ora puntando direttamente sulla Florida che, al pari dell'Alabama (dove Michael potrebbe abbattersi), ha dichiarato lo stato d'emergenza. Il vortice ha già attraversato l'America centrale, provocando 13 morti nel weekend a causa delle fortissime piogge (fino a 30 cm) e alzando il livello del mare di 3,7 metri.

Potenzialmente devastante

“Prendere decisioni domani potrebbe essere troppo tardi”, ha detto il governatore della Florida, Rick Scott, il quale ha poi descritto Michael come un uragano “mostruoso” e “massiccio”, che potrebbe facilmente arrivare categoria 3 di potenza, con venti di almeno 111 chilometri orari. Secondo le previsioni, Michael dovrebbe toccare terra nelle ore serali di mercoledì (acquisendo ulteriore potenza nella giornata di martedì) nell'estremo Panhandle, nei pressi di Apalachicola e poco a sud di Tallahassee, non distante dalla costa: “Michael – ha spiegato l'esperto di Weather Channel Rick Knabb a Usa Today – potrebbe essere uno dei peggiori uragani che abbia mai colpito il Big Bend (regione nordoccidentale della Florida, ndr) e il Panhandle”.

Costa in allerta

Sono 35, al momento, le contee della Florida in stato di emergenza, a fronte di una tempesta che, secondo l'esperto “potrebbe produrre tre pericoli potenzialmente letali lungo la parte della costa nord-orientale del Golfo del Messico: mareggiate, forti piogge e venti violenti”. A causa della minaccia di una tempesta, tre contee della Florida Panhandle hanno emesso ordini di evacuazione obbligatoria. Un avviso di uragano è stato inviato per la Florida Gulf Coast, dal confine tra Alabama e Florida al fiume Suwannee in Florida. Secondo il centro degli studi meteorologici, il rischio più imminenti per la popolazione dello Stato è che “l'elettricità e l'acqua non saranno disponibili per diversi giorni o settimane dopo il passaggio della tempesta”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.