Emergenza caldo negli Usa, la prima vittima è un atleta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Sono 157 milioni i cittadini statunitensi colpiti dall'ondata di caldo che, in questi ultimi giorni, sta stringendo gli Stati Uniti in una morsa rovente, dal Midwest alla West Coast. Sono, infatti, previste temperature al di sopra dei 40 gradi, ma a causa dell'umidità il percepito sarà maggiore. Tante le città sotto il mirino della cupola di caldo: Boston, Philadelphia, Baltimore e la stessa Washington. A causa del forte caldo, le temperature potrebbero raggiungere un picco di 38 gradi in un'area compresa tra gli Stati del Colorado Kansas e il Servizio Meteorologico Nazionale ha fatto sapere che l'ondata perdurerà fino alle ore 10 (ora locale)

Rischi e disagi

Stando ai bollettini forniti dal Servizio Meteorologico Nazionale, il calore potrebbe avere effetti sulla salute delle persone esposte, causando stress e colpi di calore. Tra i soggetti più a rischio, vi sono gli aniani. Nella città di Detroit, il caldo ha causato la caduta di alberi e rami che hanno generato blackout in diverse parti della città. Intanto le città più esposte, come Phildadelphia e New Jersey, stanno provvedendo ad assistere e fornire tutte le precauzioni agli abitanti in difficoltà. Ieri in Arkansas, il noto giocatore di football, il 32enne Mitch Petrus, è deceduto per un colpo di calore mentre stava lavorando in giardino. 

#show_tweet#

L'ultimo bollettino emesso dal Servizio Meteorologico Nazionale

Emergenza a New York

Anche New York ha dichiarato l'emergenza e ha cancellato o posticipato diversi eventi all'aperto. Tra le manifestazioni più attese, ma cancellate, la corsa di cavalli New York's Saratoga Race Course e la Maryland Jockey Club di Laure. Con un ordine esecutivo, il sindaco della Grande MelaBill de Blasio, ha disposto l'apertura posticipata delle piscine comunali, previsto l'installazione di fontanelle nei luoghi pubblici e aperto strutture opportunamente climatizzate per i cittadini. L'allerta è alta anche in Canada, con ondate di calore in Quebec, Ontario e Nova Scotia. A Toronto la temperatura percepita potrebbe toccare i 40 gradi centigradi, a causa dell'umidità e sono previsti forti temporali. A Montréal, invece, il picco potrebbere rasentare i 45 gradi. Secondo gli esperti, il sollievo arriverà domani stesso, con un calo netto delle temperature. 

#show_tweet2#

La principali temperature critiche delle città Usa (gradi Farenheit)

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.