Ecco i New Year Honours 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:34

Ci sono anche Harry Kane e Gareth Southgate, rispettivamente capitano e c.t. della nazionale inglese, nella lista di nomi dei New Year Honours 2019. E con loro tanti rappresentanti del mondo dello sport, come l'ex capitano di cricket, Alastair Cook, della letteratura (Philip Pullman, auotre della saga Queste oscure materie e Margaret Atwood, autrice del noto romanzo Il racconto dell'ancella) e dello spettacolo (Michael Palin, dei Monty Python e la modella Twiggy Lawson, alla quale va il titolo di Dame). Ma nell'elenco dei Nyh compaiono anche persone comuni (43, tra medici e poliziotti attivi durante e dopo gli attacchi terroristici di Londra e Manchester nel 2017) e anche coloro che hanno messo la propria vita al servizio di quella degli altri, rischiando in prima persona come i 7 membri britannici della squadra di sommozzatori che ha recuperato dal sistema di grotte di Tham Luang 12 giovani calciatori thaliandesi nel giugno scorso.

Le onorificenze

Un parterre di personalità diverse ma tutte meritevoli di entrare nella memoria collettiva del Regno Unito attraverso una delle maggiori onorificenze concesse dalla monarchia britannica. Il c.t. dell'Inghilterra, Gareth Soutghate, sarà insignito del titolo di Ufficiale dell'ordine dell'Impero britannico (Obe), in virtù del risultato raggiunto ai recenti Mondiali di Russia (la semifinale, traguardo che i Three Lions non ottenevano da 28 anni). Il titolo di Membro (Mbe, subito inferiore all'Ufficiale) andrà invece al capitano e bomber della nazionale, Harry Kane, fra i più giovani a riceverlo con i suoi 25 anni. E anche altri rappresentanti dello sport saranno insigniti di onorificenze nel 2019: dall'ex capitano della nazionale di rugby, Bill Beaumont, al presidente esecutivo uscente della Premier League Richard Scudamore, passando per il fantino Richard Johnson e la star della netball inglese Geva Mentor. Già Commendatore nel 1999, all'attore Michael Palin verrà conferito il prestigioso cavalierato della Croce di San Giorgio, principalmente per i meriti ottenuti con i suoi recenti reportage, l'ultimo dei quali in Corea del Nord: “Per festeggiare – ha commentato – vorrei avere solo una festa tranquilla, solo me stesso e un bicchiere di Horlicks e poi andare a letto”.

Eroi di ogni giorno

Poi, gli eroi di tutti i giorni: sette vigili del fuoco che, nel 2017, hanno salvato da un incendio scoppiato nella casa di cura di Cheshunt, nell'Hertfordshire, gli anziani che vi risiedevano; e ancora l'ispettore capo Teresa Lam, coordinatrice delle relazioni con le famiglie della Greater Manchester Police dopo l'attentato al concerto di Ariana Grande; il dottor Malik Ramadhan, responsabile delle emergenze al Royal London Hospital subito dopo l'attacco sul London Bridge; Colin Kelsey, guida del Nhs dopo l'attacco alla Manchester Arena e Paul Woodrow, direttore operativo del London Ambulance Service. Tutti riceveranno il titolo di Obe. Un elogio dalla regina Elisabetta II in persona lo riceverà anche il piccolo Joe Rowlands, 14enne del Cheshire che, ad Anglesey, ha salvato suo padre dall'annegamento dopo un incidente in kayak.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.