Corea del Sud, al via esercitazioni militari con gli Usa. Pyongyang: “Azione sconsiderata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:40

I militari statunitensi e quelli della Corea del Sud hanno dato il via alle annuali manovre militari tra i due Paesi. L’esercitazione denominata “Ulchi Freedom Guardian” durerà per due settimane.

Il presidente sudcoreano: manovre di natura “esclusivamente difensiva”

Il presidente sudcoreano, Moon Jae-In, ha parlato di manovre di natura “esclusivamente difensiva” e ha invitato il regime di Pyongyang a non “usarle come una scusa per atti che potrebbero soltanto peggiorare la situazione”. Le esercitazioni iniziate oggi, come riportato dall’Ansa, sono perlopiù delle simulazioni al computer e dureranno fino al prossimo 31 agosto. “Si tratta di una esercitazione destinata a rendere evidente che siamo pronti a difendere la Corea del Sud e tutti i nostri alleati nella regione”, ha dichiarato il ministro della Difesa Usa, James Mattis.

Pyongyang: “Usa e Seul versano benzina sul fuoco”

Le nuove esercitazioni militari tra Washington e Seul hanno fatto infuriare il regime di Pyongyang che le ha pesantemente criticate. Corea del Sud e Usa “versano benzina sul fuoco“, ha avvertito un editoriale del Rodong Sinmun, quotidiano ufficiale del partito unico nordcoreano, secondo il quale l’esercitazione è “la dimostrazione più esplicita delle ostilità nei nostri confronti e nessuno può garantire che si trasformi in un combattimento reale”.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.