Catalogna, al via il referendum per l'indipendenza dalla Spagna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:14

Sono iniziate stamani alle 9 le operazioni di voto in Catalogna, regione autonoma della Spagna. Nonostante la pioggia, il referendum sull'indipendenza – che coinvolge oltre 5 milioni si persone – sta richiamando alle urne migliaia di catalani, in fila davanti ai seggi già dalle primissime ore della mattina.

Puigdemont

La polizia spagnola sta intervenendo per bloccare il referendum sequestrando le schede elettorali. Secondo quanto riportato da Ansa, alcuni agenti della Guardia Civil spagnola in tenuta anti-sommossa sono intervenuti nel seggio di Sant Julia de Rumis a Girona dove alle 9.15 era previsto dovesse votare il presidente catalano Carles Puigdemont allontanando la stampa, usando la forza per spostare la folla di cittadini concentrati a protezione del seggio e sbarrando l'ingresso. La polizia ha poi requisito urne e schede, mentre gli elettori cantavano “Els Segadors”, l'inno nazionale catalano.

Voto libero

Le schede per il referendum sull'indipendenza in Catalogna sono arrivate solo in alcuni seggi elettorali presidiati dagli indipendentisti tra applausi e grida: “Voteremo! Voteremo!”. “Se il materiale elettorale è arrivato al tuo seggio – ha consigliato un tweet dell'account degli organizzatori – non diffondere la notizia. Non diamo piste”.

Inoltre, il portavoce del governo catalano, Jordi Turull, ha annunciato stamani il permesso per i cittadini di poter votare in qualunque seggio per consentire di partecipare al referendum anche a chi troverà il proprio chiuso dalla polizia.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.