Cancellate le manifestazioni anti Usa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:09

La Corea del Nord ha deciso di cancellare le manifestazioni anti americane che ogni anno, si svolgono a Pyongyang sino al 27 luglio, data della firma dell'armistizio con cui si sono concluse nel 1953 le ostilità della guerra di Corea.

Distensione

Il cambio di programma non è stato ufficializzato dalle autorità nordcoreane, ma secondo quanto riportato per prima dalla Associated Press, non ci sono segnali a Pyongyang di imminenti manifestazioni, come quella dello scorso anno che ha mobilitato circa centomila persone nella capitale del Paese eremita, in un momento di altissima tensione con gli Stati Uniti per l'escalation missilistica del regime di Kim Jong-un.

Dopo il summit

L'apparente decisione di cancellare le manifestazioni segue il summit di Singapore tra il leader nord-coreano, Kim Jong-un, e il presidente Usa, Donald Trump, dal quale era emersa la decisione degli Stati Uniti di cancellare i giochi di guerra annuali con la Corea del Sud previsti per agosto prossimo, gli Ulchi Freedom Guardian, più altre due esercitazioni congiunte.

La Corea del Nord ha sottoscritto la volontà di completa denuclearizzazione, ma senza fornire una tempistica precisa del processo di abbandono delle armi nucleari. Il clima di distensione tra Washington e Pyongyang appare anche dalle ultime parole del segretario di Stato Usa, Mike Pompeo: il capo della diplomazia Usa ha dichiarato alla Cnn che l'importante è raggiungere l'obiettivo che i due leader si sono dati a Singapore.
I segnali di distensione continuano, intanto, anche tra le due Coree. Delegati di Seul e Pyongyang si sono trovati nuovamente a Panmunjom, al confine e tra Coreadel Nord e Corea del Sud per discutere, per la prima volta in dieci anni, della modernizzazione delle linee ferroviarie che collegano i due Paesi. Questa potrebbe avere risvolti importanti per i collegamenti via terra tra la penisola coreana e i mercati di Russia e Cina – e in prospettiva anche il mercato europeo – e rappresenterebbe un grosso passo in avanti nei collegamenti tra le due Coree. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.