Bomba al checkpoint: 8 bambini tra le vittime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Otto bambini – tra i 6 e i 12 anni – sono rimasti uccisi venerdì scorso dall'esplosione di un ordigno artigianale nei pressi di un commissariato nella provincia di Faryab, nell'Afghanistan settentrionale. Altri sei ragazzini sono rimasti feriti. Le notizie sono ancora frammentarie e la notizia è uscita solo oggi.

Un membro del consiglio provinciale, Nadir Saeedi, ha raccontato alla stampa dell'incidente che ha avuto luogo nel suo distretto dicendo che la bomba è stata piazzata vicino a un checkpoint di sicurezza con lo scopo di colpire le forze di sicurezza governative presenti in loco. Gli inquirenti afghani hanno accusato dell'attentato i militanti talebani, che però non hanno ancora rivendicato l'attacco.

La missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (Unama), ha detto in un rapporto dello scorso febbraio che nel solo 2017 sono state registrate un totale di 10.453 vittime civili: nello specifico, 3.438 persone uccise e 7.015 ferite- sono state documentate nel 2017. Sebbene questa cifra rappresenti un calo del nove percento rispetto a quelle registrate nel  2016, il rapporto evidenzia l'elevato numero di vittime causate da attentati suicidi e altri attacchi che utilizzano esplosivo improvvisato.

   

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.