Afghanistan, militanti pakistani attaccano i check point di Kunar

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:20

Centinaia di militanti del movimento pachistano Tehrek-e-Taliban Pakistan (Tpp) hanno attaccato alcuni check-points nel distretto di Dangam, nella provincia di Kunar, Afghanistan. A riferirlo è l’emittente di Kabul 1TVNews, spiegando che gli scontri fra i guerriglieri e le forze di sicurezza locali sono ancora in corso. L’offensiva, iniziata nella scorsa notte, ha toccato il picco nelle prime ore del mattino: secondo quanto riporta il capo della polizia provinciale, Abdul Habib Sayed Kheil, l’esercito afghano stanno facendo fronte all’emergenza.

Confinante con il Pakistan, la provincia montagnosa di Kunar è in passato spesso stata utilizzata come nascondiglio da parte di guerriglieri pachistani. “Almeno 14 militanti – ha precisato il capo della polizia – sono stati uccisi e altri 20 sono rimasti feriti”. Il responsabile non ha invece fornito cifre sulle eventuali perdite afghane: ma i media nazionali parlano di 4 militari uccisi.  il National Security Force, ha inoltre scoperto e fatto esplodere una mina che era stata depositata i una strada della Capitale, nella zona di Bagrami, 

Nel frattempo,  Hussain Mashriqiwal, portavoce della polizia di Nangarhar, ha detto che un gruppo di uomini armati ha attaccato un checkpoint a Ghurband, una zona del quartiere Chaparhar: quattro militanti sono stati uccisi e quattro poliziotti sono rimasti feriti.  Negli ultimi tempi, in coincidenza con la fine dopo 13 anni della missione della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf), sono aumentati gli attacchi terroristici in tutto l’Afghanistan ed in particolare a Kabul.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.