É nata Giulia, la figlia del paziente uno

Mattia e la moglie erano stati entrambi ricoverati e poi dimessi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:25

Alla fine la vita ha sempre la meglio e tutto è bene quel che finisce bene. Finalmente, all’ospedale Buzzi di Milano, questa notte è nata Giulia, la figlia di Mattia, il paziente 1, dipendente dell’Unilever e residente a Codogno, ritenuto il primo caso accertato di Coronavirus in Italia. Valentina, la moglie, era risultata anche lei positiva ed era stata ricoverata in osservazione e poi dimessa dal Sacco, ospedale che fa parte della stessa azienda ospedaliera sanitaria.

La vita che nasce

Mattia, dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva, è stato dimesso dal San Matteo di Pavia lo scorso 23 marzo. La gioia di questa notte, ora è il nuovo punto di partenza per questa famiglia che ha lasciato alle spalle il brutto periodo vissuto in ospedale, perché, infondo, la vita va avanti per tutti e i bambini sono il vero seme di speranza verso il futuro.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.