Detenzione e divulgazione di pornografia minorile, 6 indagati a Messina

Sei persone sono indagate per detenzione e divulgazione di pornografia minorile dalla procura distrettuale di Messina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:21

Sei persone sono indagate per detenzione e divulgazione di pornografia minorile dalla procura distrettuale di Messina. Le indagini sono condotte dalla polizia postale di Catania e Messina, sotto la direzione del Centro Nazionale Contrasto Pedo Pornografia on-line (CNCPO) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Le province interessate delle perquisizioni sono: Messina, Catania, Palermo, Milano, Napoli e Teramo.

Pornografia minorile

L’inchiesta è partita dalla denuncia della madre di un’adolescente – entrambe residenti nella provincia peloritana – che si era accorta della presenza sullo smartphone della figlia di chat nelle quali venivano scambiate foto e video di minori nudi in pose erotiche.

Oltre ai sei indagati – dice la polizia – sono stati identificati anche alcuni adolescenti che sono stati segnalati alla procura per i minorenni di Messina. I cellulari dei ragazzi contenevano immagini di pornografia minorile. In corso, inoltre, approfondimenti per verificare la condotta di adescamento.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.