X Factor, ottava edizione da record. Trionfa Lorenzo Fragola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:09

Già nel pomeriggio di ieri sul cielo di Milano un dirigibile annunciava l’appuntamento con la finale di X Factor 8. Il talent show musicale di Sky chiude una ottava edizione da record, i dati ufficiali parlano della più vista e twittata di sempre: ascolti cresciuti del 45%, 2 milioni di tweet e 20 milioni di voti espressi. Il vero e proprio spettacolo con effetti speciali, ospiti internazionali, duetti, scenografie memorabili. Quest’anno il talento porta il nome il Lorenzo Fragola che con la sua “The reason why” è già disco d’oro. Il giovane cantante catanese della squadra degli Under Uomini di Fedez si è esibito sul palco del Mediolanum Forum superando le tre manche della Finale e sconfiggendo così gli altri finalisti: Madh, Ilaria e Mario. Per lui ora un contratto con Sony Music Italia.

Ad aprire le danze, in diretta su Sky Uno e su Cielo del digitale terrestre, è stato Alessandro Cattelan con un ingresso calato dal soffitto sulla ‘X’ del programma, insieme ai Saint Motel, formazione-tormentone del momento con la loro “My type”. Il secondo a calcare il palco è stato Mika che ha presentato in anteprima un singolo del nuovo album, “Good guys”, già in vendita nella sua versione digitale e il cui ricavato andrà interamente in beneficenza e cantato per l’occasione insieme ai ragazzi che hanno partecipato al talent. Un programma con una vocazione fortemente social. Quanto all’interattività, numeri impressionanti raccontano l’attivissima partecipazione del pubblico da casa: 19 milioni e mezzo di voti arrivati all’X Factor Arena, un milione duecentomila download dell’App XFactor, 1 miliardo 650 mila gli “applausi”, oltre 5 volte rispetto a X Factor 2013, e 22 milioni le pagine viste sul sito Xfactor.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.