UN ETERNO ISTANTE, IL FOTOGRAFO GIOVANNI GASTEL RACCONTA LA SUA VITA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:00

In uscita per il 15 settembre il libro autobiografico pubblicato da Mondadori Electa del fotografo di moda Giovanni Gastel. In questa autobiografia intitolata ”Un eterno istante. La mia vita”, Gastel si racconta. Dai vividi ricordi del celebre zio Luchino Visconti durante la sua sfarzosa infanzia, passata tra Milano e la grande villa di famiglia a Cernobbio, al suo difficile trascorso scolastico fino alla sua prima foto a 17 anni, i lunghi anni di gavetta passati a fotografare matrimoni fino alla prima copertina a 26 anni e poi il successo.

Completamente autodidatta, Gastel, dovette lottare con suo padre per perseguire la sua carriera celebrata da questo libro nel quale il fotografo racconta se stesso in maniera inedita, offrendo un ritratto di un uomo amante della vita, delle donne e dei cavalli, con un’assoluta passione per il suo lavoro. Descrive la sua vita e la sua carriera, mettendosi a nudo anche nei suoi momenti più difficili come i dieci anni di malessere in cui è stato tormentato da notti insonni e assidui attacchi di panico.

“Ed eccomi qui ora, cinquantottenne, a cercare di ricordare il passato. E lui torna da me, ma non organizzato, a folate disordinate, a visioni scomposte. Ho intravisto, correndo, la vita. Il ricordo ora me la ripresenta così, scomposta in quadri, in avvenimenti e persone che appaiono e scompaiono come accade nei sogni”. Così descrive questo libro Gastel che correda la sua storia con le sue foto più significative ed i suoi scatti più famosi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.