Tutti i concerti da non perdere nel 2015

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:05

Dagli U2 a Jovanotti, da Katy Perry agli Spandau Ballet, ma anche Kiss e Ac/Dc, Tiziano Ferro, Marco Mengoni, Eros Ramazzotti, Vasco Rossi e Ligabue. Il 2015 promette grandi scorpacciate di musica live ad alto decibel. Tra i ritorni più attesi quello di Bono Vox e compagni che hanno registrato in 15 minuti il sold out in prevendita per le uniche due date in Italia, il 4 e 5 settembre al Pala Alpitour di Torino. Tra i primi big stranieri ad aprire l’anno nuovo c’è Katy Perry, che sbarca in Italia con il Prismatic World Tour, il 21 febbraio a Milano. A marzo, dal 24, sarà la volta con 5 date, direttamente dagli anni Ottanta, dei redivivi Spandau Ballet. A Padova il 28 marzo arrivano invece gli UB40, la band inglese simbolo del reggae bianco, con alle spalle 70 milioni di dischi venduti in carriera. Il 30 marzo, invece, a Milano, sono pronti a emozionare Sting e Paul Simon nel loro “On stage together”, in uno show che proporrà i brani più famosi di entrambi, in un mix di voci e sonorità.

Tra gli artisti nostrani dopo il trionfale tour invernale di “Hai paura del buio?”, bissato anche nel periodo estivo, gli Afterhours torneranno a calcare i palchi dei più importanti teatri italiani, con uno spettacolo inedito, intimo e pieno di emozioni. La band è pronta per iniziare una nuova avventura, come ha detto Manuel Agnelli: “I teatri sono una preziosissima occasione per sperimentare un tipo di tensione completamente diversa dal concerto rock, fatta di tempi dilatati, pause e silenzi, e di una più intima complicità con il pubblico.” Si comincia il 31 gennaio con Roma e avanti fino alla fine di febbraio con tutta Italia.

Con la primavera il Forum di Assago ospiterà la prima delle 5 date di Mark Knopfler, in cui farà ascoltare dal vivo i brani dell’album Tracker, atteso per gennaio. Per la stagione dei live all’aperto spiccano all’Arena di Verona i Kiss, l’11 giugno, con “40th anniversary tour”, che hanno festeggiato le loro 4 decadi di attività con l’album “Kiss 40”, uscito a maggio. Altro ritorno leggendario è quello degli AC/DC, il 9 luglio in un autodromo di Imola già esaurito, primo tour senza Malcom Young, che ha lasciato la band per motivi di salute.

I Muse infiammeranno l’Ippodromo delle Capannelle a Roma il 18 luglio, con un nuovo spettacolo a tutto rock. Robbie Williams sta preparando il nuovo “Let me entertain you Tour” che farà tappa al Lucca Summer Festival il 23 luglio. A scaldare Lucca ci penserà anche Lenny Kravitz, che arriva nella città toscana il 26 luglio per la prima delle tre date in Italia. Bisognerà, invece, attendere il 30 ottobre per i Deep Purple, con 4 date a Padova, Milano, Firenze e Roma, e il 21 novembre per i Simple Minds a Milano.

La risposta degli italiani non è da meno. Jovanotti torna con Lorenzo negli Stadi, dopo il successo dell’estate 2013 e l’uscita del nuovo album prevista per febbraio: prima tappa il 20 giugno ad Ancona. Ligabue, reduce dal successo negli stadi in estate, riprende dal 13 marzo da Padova il “Mondovisione tour”, stavolta facendo tappa nei palazzetti. Sul palco torna anche Francesco De Gregori, che dopo l’uscita del cofanetto “Vivavoce”, partirà dalla sua Roma il 20 marzo. Fedez, dopo il successo a X Factor e il sold out del 22 marzo, ha dovuto raddoppiare la data al Forum di Assago, anticipando la partenza del tour al 21 marzo. Gianna Nannini il 4 maggio parte dal Nelson Mandela Forum di Firenze. Il 7 maggio, sempre da Assago, Marco Mengoni dà il via #MengoniLive2015, con il nuovo progetto artistico che vedrà la luce a gennaio. Vasco Rossi non rinuncia all’adrenalina che arriva dal pubblico e dopo il LiveKom 014, riparte il 7 giugno da Bari con il LiveKom 015. Anche Tiziano Ferro, dopo un’assenza di due anni, torna e per la prima volta si esibirà negli stadi: 6 tappe, la prima da Torino il 20 giugno. A due anni dal Noi tour, anche Eros Ramazzotti riprende l’attività live con l’Eros World tour dal 16 settembre all’Arena di Verona (con un’anteprima a Rimini il 12).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.