Sony World Photography Awards 2015:tra i finalisti 19 italiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:01

Un record senza precedenti quello dell’affluenza di iscritti al Sony World Photography Awards, il concorso di fotografia contemporanea tra i più suggestivi al mondo. Freschi di nomination i finalisti, tra i quali 19 italiani, a contendersi il titolo di uno dei più ambiti concorsi internazionali, selezionati dalla giuria, che ha visualizzato ben 173mila flash tra esperti dell’obiettivo e debuttanti appassionati della fotografia provenienti da 171 paesi diversi e che si sono sfidati nei dieci settori: Architettura, Arte e Cultura, Frazioni di secondo, Sorrisi, Scarsa Illuminazione, Panorama, Gente, Natura e Animali, Viaggi e Avanzato.

Il premio per la categoria  Professionisti ammonta a 25.000 dollari con il riconoscimento Iris d’Or/Fotografo dell’anno. Il fotografo dell’edizione 2015 e i vincitori delle categorie Professionisti, delle categorie Giovani e Student e il vincitore del titolo Fotografo dell’anno concorso Open per il quale il premio sarò di 5.000 dollari, saranno tutti rivelati durante la cerimonia di gala dei Sony World Photography Awards che si terrà a Londra giovedì 23 aprile. Tutti i vincitori riceveranno un set di apparecchi fotografici digitali di Sony, di ultima generazione.

A partire dal 24 aprile fino al 10 maggio, Londra esibirà gli scatti che hanno partecipato alla competizione, presso la Somerset House di Londra che verranno pubblicate nell’edizione 2015 del volume dedicato ai  Sony World Photography Awards. Attimi irripetibili quelli di alcuni scatti che hanno immortalato scene cariche di pathos o di ilarità, sensazionali, belle da togliere il fiato. La scelta dei vincitori sarà ardua per l’esperta giuria.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.