“Solo cose belle” vince al Rome Indipendent Cinema Festival

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:18

Quando l'arte abbraccia il cuore succedono “miracoli”. È quanto sta accadendo al film “Solo cose belle” di Kristian Gianfreda, che è in programmazione da 100 giorni al cinema Fratelli Marx di Torino divenendo così un piccolo fenomeno della produzione cinematografica indipendente italiana. La pellicola parla dell'esperienza di una casa famiglia della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi al suo arrivo in un piccolo paese di provincia. La casa-famiglia, che conta un papà e una mamma, un richiedente asilo appena sbarcato, una ex-prostituta con figlia piccola, un giovanissimo carcerato, due ragazzi con gravi disabilità e un figlio naturale, stravolge la quotidianità della piccola comunità di cui si trova a fare parte, la quale dovrà fare i conti con un mondo ai margini, sconosciuto e per questo apparentemente minaccioso, in cui tutti sembrano “sbagliati” o “difettosi”. “Il film – spiega il regista, Kristian Gianfreda al Sir – è un antidoto a questo momento storico così saturo di tensioni e contrapposizioni e forse è proprio per questo che attorno a “Solo cose belle” si è concentrata tanta attenzione e partecipazione da parte del pubblico”.

Premi e riconoscimenti

Il film è stato premiato come “Best Comedy” al Rome Indipendent Cinema Festival 2019. “Trovo che il film sia un bel tentativo, riuscito, di raccontare una piccola comunità paesana, con tutti i suoi colori – spiega il gestore del cinema, Gaetano Renda –. Durante un cineforum la gente si è coinvolta dall’inizio alla fine, ha riso, si è emozionata, fino ad arrivare ad una vera e propria standing ovation finale. Dal giorno dopo il film è entrato in programmazione e ha continuato ad attirare spettatori soprattutto grazie al passaparola”. Con oltre 250mila euro di incasso nelle sale cinematografiche, centinaia di passaggi in multiprogrammazione in tutta Italia, sold out nelle principali città italiane – tra cui Roma, Milano, Bologna, Firenze e Rimini – la presentazione al Senato della Repubblica alla presenza della presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati e il plauso da parte della critica italiana, la pellicola ha varcato i confini nazionali vincendo il premio come “Miglior colonna sonora” al Brooklyn Film Festival, un Golden Fox Award al Calcutta International Cult Film Festival e ottenendo, infine, una menzione speciale all’IndieFest californiano. Solo cose belle è stato inoltre selezionato allo Shanghai International Film Festival, al Social World Film Festival, al Festival nazionale del cinema e della televisione di Benevento nella sezione Greatest Indipendent Film, e al Cardiff International Film Festival.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.