Orvieto si scalda con Umbria Jazz Winter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:18

Si è aperta ieri a Orvieto, e durerà fino a giovedì 1 gennaio, la 22esima edizione di Umbria Jazz Winter. Sei giorni – uno in più rispetto agli ultimi anni – di buona musica con il valore aggiunto di un’ambientazione unica: il centro storico di una delle più belle città dell’Umbria. Il cartellone di quest’anno cerca di coniugare, com’è tradizione della manifestazione, musica d’autore e intrattenimento di qualità, jazz impegnato e spettacolo, concerti per puristi e generi in grado di soddisfare i numerosi spettatori che ogni anno affollano la rupe orvietana.

Confermata la formula “musica a 360 gradi”: jazz, blues, gospel, soul fino a tardissima notte. Molti i nomi importanti in programma: Joe Lovano, Chris Potter, Anat Cohen, Davell Crawford, Jonathan Batiste, Paolo Fresu, Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Chiara Civello, Nicola Conte, Tullio De Piscopo, Giovanni Guidi e i Quintorigo. E, come capita spesso, gli uomini del jazz italiano si distinguono, anche nei confronti dei colleghi americani, per originalità e freschezza di idee.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.